Perché la Mindfulness in azienda?

Nel corso della vita passiamo la maggior parte del nostro tempo al lavoro, ma  per molti di noi, le ore  passate al lavoro sono tra le più infelici della vita.

Lo stress al lavoro è causa di assenteismo e rappresenta una rilevante perdita in termini di produttività a livello nazionale.

Sempre di più il successo di molte aziende si basa su valori come collaborazione, creatività, flessibilità mentale per rendere più efficiente le strategie decisionali.

Nuove prospettive che si basano su ricerche neuroscientifiche stanno dimostrando che un buon livello di salute mentale ed emotiva e di adattabilità delle risorse umane può  determinare ed influenzare le prestazioni dell’azienda.

Le aziende oltre a investire in formazione professionale, negli ultimi tempi, stanno iniziando a prendere in considerazione strumenti per aiutare il personale a sviluppare risorse interiori intese a mantenere uno stato di salute psicofisico ottimale.

In questo contesto, Il training di Mindfulness in azienda si è rivelato all’avanguardia. Il suo successo è  in parte dovuto alla crescente popolarità fuori dal mondo del lavoro attraverso proposte di corsi, libri ed applicazioni, ma anche perché è stato scientificamente provato che i suoi benefici toccano vari aspetti della vita di chi la pratica. I benefici vanno dal miglioramento dello stato di salute alla gestione dell’ansia legata allo stress.

Inoltre il trainig di Mindfulness è usato da chi cerca nuovi strumenti di crescita personale e per migliorare le relazioni.

Ma che cos’è la Mindfulness?

La Mindfulness è una capacità naturale presente in ognuno di noi. Significa portare un’attenzione consapevole alla nostra esperienza del momento con un atteggiamento di apertura e curiosità e senza giudizio.

Sappiamo benissimo cosa vuol dire l’opposto: uno stato di disattenzione distrazione spesso definito come pilota automatico. Facciamo due o tre cose nello stesso momento, non prestiamo attenzione all’ascolto degli altri e alle nostre esigenze più profonde. Questo stato di distrazione dall’esperienza del presente può portarci a reagire alle esperienze della vita in modo automatico, impulsivo frutto dell’abitudine. Perdiamo di vista la nostra umanità il senso di cura e considerazione per gli altri e per noi stessi.

Quando invece passiamo del tempo in uno stato di presenza possiamo sbloccare il nostro potenziale di apprendimento e di crescita. Siamo in grado di rispondere in modo più creativo alle difficoltà della vita

Rispondere invece di reagire

Pensiamo a come potrebbe essere lavorare con maggior dignità. Sapere che la crescita personale va di pari passo con la crescita dell’azienda, andare a lavorare tutte le mattine sapendo che il nostro lavoro può fare una differenza e i nostri sforzi sono riconosciuti e valutati.

Un cambiamento che partendo dagli individui tocca le aziende e le organizzazioni e di conseguenza crea una società migliore.

 

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Website Protected by Spam Master