Close
Via Galvani, 4 25010 – San Zeno Naviglio (Brescia)
+39 3334612669
info@chiaratedeschi.it
Post Covid…come ritornare alla normalità

Nel marzo del 2020, la cosiddetta “vita normale” è cambiata. Il nostro stile di vita e la routine giornaliera hanno subito importanti cambiamenti rispetto a ciò a cui eravamo abituati.

Ci siamo scoperti vulnerabili. Abbiamo imparato che la nuova normalità non è soltanto indossare mascherine e rimanere fisicamente distanti, ma anche riconoscere il bisogno di trovare sicurezza e protezione in un mondo che è diventato improvvisamente sconosciuto.

È comprensibile, ora che gradualmente stiamo passando ad una fase di ritrovata normalità post Covid, sentire ansia e incertezza sul da farsi.

Inoltre, dobbiamo fare i conti con il nostro sistema nervoso che è rimasto in uno stato di allarme e ipervigilanza per mesi.  La reazione dettata dall’istinto di sopravvivenza sembra sembra quella di voler rimanere più a lungo nella zona di confort.

Siamo ancora in fase di transizione e di incertezza, ed è per questo motivo che, la pratica di Mindfulness ci può davvero aiutare a superare le paure e l’incertezza

Ecco alcuni suggerimenti per essere più consapevoli ed usare la gentilezza amorevole e l’accoglienza, quando proviamo paura ed incertezza in questa fase post Covid.

Usiamo il respiro

Quando respiriamo attiviamo la risposta rilassante del corpo. Tutte le volte che lasciamo andare l’aria il corpo tende a lasciare andare le tensioni in modo naturale. Tutte le volte che siamo in luoghi frequentati possiamo iniziare a notare se c’è tensione nel corpo. Prendiamoci cura del corpo usando il tocco. Mettiamo una mano dove sentiamo tensione e immaginiamo di portare l’aria dove sentiamo rigidità. Lasciamo che la nostra attenzione rimanga sul respiro e sul corpo per qualche secondo o più se ne abbiamo l’opportunità

Prendiamoci cura dei pensieri e delle emozioni relative all’esperienza

Il miglior modo per non essere controllati dalle emozioni è quello di nominarle e di notare i pensieri che abbiamo riguardo alla circostanza. Non siamo superumani ed è normale sentirci vulnerabili o provare emozioni contrastanti. Usiamo il tocco ed il respiro per portare gentilezza ed accoglienza al nostro stato d’animo e ai pensieri.

Prova l’esercizio qui sotto

Vuoi conoscere di più sulla Mindfulness?

SCOPRI I MIEI CORSI

Photo by Andrea Tummons on Unsplash

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *